Ricetta Cocktail Americano

Si chiama Americano, ma è nato in Italia. La leggenda vuole che sia stato inventato nel 1860 con il nome di “Milano-Torino”, perché la sua ricetta ha come ingredienti il Bitter Campari di Milano e il vermouth rosso nato a Torino.

Negli anni trenta lo stesso mix prese il nome di “Americano”, in onore a Primo Carnera, il pugile italiano che divenne campione negli Stati Uniti.

Insomma, un cocktail che fa colpo. È un classico dell’aperitivo: il progenitore del Negroni e dello Sbagliato. Poteva mancare nei drink di James Bond? No, infatti nel primo romanzo di Ian Fleming, “Casino Royale”, l’agente segreto lo sceglie come la bevanda perfetta da bere in un bar all’aperto, come sui tavolini francesi.

“Fuori dalla porta, sul marciapiede sotto il sole non c’è posto per vodka o whisky o gin. No, nei cafés bisogna bere la meno offensiva di quelle bevande da commedia musicale, tipiche di quei locali, e Bond prendeva sempre la stessa cosa, un Americano”.

  • Dosi: 1 Persona
  • Tempo di preparazione:
  • Cucinare:
  • Difficoltà: Semplice
Ingredienti Americano
Quante porzioni?
Ingredienti
  • 3 cl Campari
  • 3 cl Vermouth Rosso
  • 1 spruzzata di Soda Water
Per finire
Informazioni nutrizionali
Metodo di preparazione Americano

 

  • Segna come completo

    Si prepara in uno shaker con ghiaccio e si serve in una doppia coppetta da cocktail ghiacciata.

    Si aggiunge, alla fine, una spolverata di noce moscata grattugiata.

Redazione ApeTime
Scritto da

ApeTime è un sistema di portali digitali e profili social dedicati a Bar, Ristoranti e Hotel che propongono Cocktail, Aperitivi, Food, Beverage, Hospitality e a tutte le aziende fornitrici del settore Ho.Re.Ca.

previous thumbnail
Ricetta precedente
Alexander
Prossima ricetta
Aviation
next thumbnail
Magazine
Bar e Locali
Ricette
Fornitori